Sezione Archivio fotografico

L’archivio fotografico si è costituito quasi contemporaneamente alla fondazione dell’Istituto (1964) con una patrimonio iniziale di fotografie raccolte in occasione della pubblicazione del volume Parma partigiana. Albo d’Oro dei Caduti nella guerra di Liberazione, Parma, s.i.d. (probabilmente 1947).
Successivi incrementi si sono avuti con l’acquisizione dei materiali provenienti da alcune mostre fotografiche (Salsomaggiore e Fornovo) organizzate dalle locali Associazioni Partigiane. A ciò si sono aggiunte nel corso degli anni le fotografie donate per lo più da singoli partigiani o da loro familiari.
Non è stato possibile risalire agli autori delle riprese, fatta eccezione per il Fondo donato da Oreste Battioni (vedi 2 FE).
Non esistono specifiche pubblicazioni sull’archivio fotografico dell’Istituto se si esclude il riferimento fatto da Remo Polizzi (Istituto Storico della Resistenza: un centro di cultura democratica) nel periodico “PR, Parma Realtà. Rivista del Comune di Parma e dell’Amps”, n.12, giugno 1971 ed il cenno che appare in E. Cosenza e L. Rastelli, Guida agli archivi dell’Istituto Storico della Resistenza per la provincia di Parma, in Guida agli Archivi della Resistenza. Strumenti IC, Roma 1983, pubblicato dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali.
Il materiale fotografico dell’archivio, utilizzato per numerose pubblicazioni, è risultato particolarmente prezioso per i seguenti volumi:

M. Rinaldi, Achtung! Banden!, Album fotografico della guerra Partigiana nel parmense, Battei, Parma, 1991;

Sezione A.N.P.I. di Salsomaggiore Terme (a cura di), Memorie Partigiane, documenti fotografici 31^Brigata Garibaldi e Divisione Val Ceno, Salsomaggiore Terme 1990;
A. Curti, B. Molossi, Parma Kaputt, Battei, Parma, 1990;

M. Minardi (a cura di), Memorie di pietra. Monumenti alla Resistenza, ai suoi caduti e alle vittime civili durante l’occupazione militare tedesca nella provincia di Parma, Associazioni partigiane della provincia di Parma Alpi, Anpi, Apc, Parma 2002.

La descrizione dell’archivio riporta le sigle e la numerazione adottate dall’Istituto.

Archivio riordinato da Giuseppe Cavatorta, 1993.

Scarica file PDF Archivio