Luoghi della memoria

Il nascente Museo della Resistenza di Valmozzola

Il nascente Museo della Resistenza in Valmozzola è stato istituito nella primavera del 2005, in occasione del sessantesimo anniversario della Liberazione, grazie all’Amministrazione comunale che ha messo a disposizione i locali, alla Pro Loco e ai ricercatori coinvolti. Da allora continua il lavoro di raccolta del materiale e di esposizione degli oggetti, delle fotografie e dei documenti riguardanti, in particolare, la storia e la memoria della lotta partigiana in questa zona dell’Appennino parmense.

L’idea di rendere fruibile al pubblico la collezione è stata quella di ricostruire, attraverso un percorso documentario, i diversi aspetti della Resistenza nei territori compresi nelle valli del Taro, del Ceno e del Mozzola.

L’esposizione è stata organizzata seguendo un criterio cronologico, in modo da guidare il visitatore nella ricostruzione degli eventi di storia locale più salienti, dall’8 settembre 1943 al 9 maggio 1945, giorno della sfilata partigiana per le vie della città di Parma.

Merito degli ideatori quello di avere ritrovato documenti originali, fonti importanti di indagine storica, e di averli saputi avvicinare da un lato alle testimonianze orali inedite, raccolte appositamente per il Museo, dall’altro agli oggetti, tra i quali particolare interesse suscitano i reperti aviolanciati dagli Alleati sull’Appennino tosco-emiliano.