Ultima lettera

di giordano cavestro

Ultima lettera di Giordano Cavestro scritta poco prima di esser fucilato a Bardi il 4 maggio 1944.

Copia fotografica conservata presso: Archivio Isrec parma, Busta 2MI4-LE

Testo:

Cari compagni;

ora tocca a noi, andiamo a raggiungere gli altri gloriosi camerati, caduti per la gloria e la salvezza dell'Italia. Voi sapere il compito che vi tocca.

Io muoio ma l'idea vivrà nel futuro, luminosa, grande, bella.

Siamo alla fine di tutti i mali, questi ultimi giorni sono come gli ultimi giorni di vita di un grosso mostro che vuol fare più vittime che sia possibile.

Se vivrete, tocca a voi rifare questa povera Italia che è così bella, che ha un sole così caldo, le mamme così buone, le ragazze così care.

La mia giovinezza è spezzata, ma sono sicuro che serviremo da esempio.

Sui nostri corpi si farà il grande faro della Libertà.